Lo strizzainsalata e quei rumori che diventano ricordi

L’altro giorno ho usato lo strizzainsalata, o come diamine si chiama quella ciotola doppia con coperchio che gira e permette di asciugare l’insalata appena lavata. Nell’esatto istante in cui ho girato la manopola sono stata catapultata in un vortice di ricordi che partono dall’infanzia e arrivano a una coppia, la mia. La cucina era gialla,

Guarda che ricetta: gli shortbread

Il titolo di oggi potrebbe trasformarsi in una rubrica fissa, per quando sono di fretta, come oggi. Sono in ritardo! Sono in ritardo! In questi giorni sono peggio del Bianconiglio. In compenso ho ricevuto un ottimo burro francese da testare, si chiama Paysan Breton. È difficile trovare il semi salato (demi-sel) in giro, ed è

La carbonara definitiva e i consigli per prepararla come si deve

Una delle cose più difficili credo sia cucinare per tante persone. Lo è ancora di più se il tipo di piatto che volete preparare merita una cura particolare e una soglia di attenzione elevata, soprattutto nelle ultime fasi. Metti la carbonara, ad esempio. O anche la cacio e pepe. Dopo il passaggio/assaggio di Monosilio a

Le frittelle venete di Eleonora

Lo so, Carnevale è finito, ma proprio finito ovunque. Lo so. Il problema è che la settimana di Carnevale, diciamo da poco prima di San Valentino fino a oggi è stata piena, pienissima: di lavoro, di bambini, di pigrizia, di altro. Prima di tutto il 14, San Valentino, era il mio anniversario: otto anni con

Storie di cucina e di pezzettini di pollo al marsala

L’ho detto e ridetto, ma quando le cose sono belle è giusto ribadirle. Se poi cascano a fagiolo come questa qui… Allora, nei giorni in cui preparavo il mio corso per la Holden ero circondata da libri, digitali e non, che parlavano di cibo. Ho preparato 40 slide + 1, e quell’una finale era la bibliografia.

I biscotti: ideali dalla colazione all’ammazza caffè

[et_pb_section admin_label=”section”][et_pb_row admin_label=”row”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo”] Iniziamo con una ricetta, come sempre di quelle buone e che siano perfette per garantire un buon risveglio tutta la settimana. È da un paio di mesi che mi cimento nei biscotti, nel senso bis-cotti: cotti due volte. Ho cominciato guardando un video di Giulia, poi chiedendo a Giulia le

Gamberetti burro e aglio (anche per gli spaghetti)

Rieccomi! Sono riemersa dalla mia due giorni torinese alla Holden. Le mie cinque ore di chiacchiera “Intorno al cibo” sono state intense, interessanti, a tratti divertenti e di sicuro mi hanno insegnato molto: ho rivisto la ragazzina di vent’anni che si lasciava ispirare dal professore di turno; ho rivisto le facce dei miei compagni di

Intorno al cibo: di corsi (e ricorsi)

Non so davvero se riuscirò a farmi leggere qui, nei prossimi dieci giorni. È un 2015 che comincia a centrifugarmi, anzi credo sia meglio dire che è come se stessi passando attraverso un estrattore di succhi, elettrodomestico che per altro non ho ma si cui mi dicono un gran bene. Ecco, sto cominciando, già all’8

Progetti, buoni propositi e le mie lenticchie collaudate

Il mio 2014, come dice Facebook, è stato un anno meraviglioso. Per me lo è stato davvero. Forse non il migliore, ma di certo pieno di piacevoli momenti. Cosa è accaduto? Tanto per cominciare ho passato il tempo a veder crescere i miei bimbi, è già solo questo ha dato un senso al 2014. Poi, dal

L’essenza è nel cuore: supplì di bucatini per “Le strade della mozzarella”

Qualche mese fa sono stata invitata a partecipare a un contest molto importante per una manifestazione altrettanto di rilievo che si chiama “Le strade della mozzarella“. È la prima volta che partecipo a un contest, nonostante sia famosa per essere competitiva non mi iscriverei mai a una gara di cucina, ma in questo caso ho accettato subito l’invito.