Lavarsi i denti: mamma, ricordati di ricordare

Arriva un bel giorno in cui accanto al tuo spazzolino appare un piccolo spazzolino e un profumatissimo dentifricio colorato: è il giorno in cui tuo figlio ha ormai tanti piccoli dentini in bocca e quei denti tocca cominciare a lavarli.
Ora, se insegnare a un bambino a fare la pipì nel vasino è un’impresa piuttosto ardua, insegnargli a lavarsi i denti lo è molto meno, ma no per questo la cosa va presa sottogamba.
Prima di tutto perché sei tu a dovertelo ricordare.

Spesso si fa facile ironia sul fatto che le mamme siano un po’ svampite, ma provateci voi a tenere a mente tutte le cose che dovete fare voi, più quelle che deve fare vostro figlio e – molto spesso – quelle che dovrebbe fare il vostro compagno.
Quando si diventa mamma bisogna creare una bella cartella nella propria mente nella quale salvare un promemoria contenente tutti i gesti quotidiani che diamo per scontati e che invece dobbiamo ricordarci di ricordare a nostro figlio.

lavare-denti-bambini

E così qualche mese fa io e Tommaso abbiamo cominciato a lavarci i denti insieme: abbiamo cominciato nel bidet e ora siamo passati al lavandino.
Ovviamente fosse per lui lavarsi i denti significherebbe semplicemente succhiare via il dentifricio alla fragola dallo spazzolino. È qui che subentra la mamma per insegnare a quell’ometto che deve spazzolare, avanti e indietro, sopra e sotto.

Ottobre è stato il mese della prevenzione e su Style trovate tanti buoni consigli per la cura dentale dei più piccoli.

Il mio compito, da buona mamma, è ricordami di ricordarvi che i denti van lavati tutti i giorni e tutti i mesi.

E poi ovviamente non vedo l’ora che gli cadano tutti i dentini per organizzare la sorpresa del topolino… A proposito, si usa ancora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.